ELbuild diventa Resolutionaria! iPad3 unboxing post

Visti gli ultimi mesi di soddisfazioni e duro lavoro abbiamo deciso di premiarci, comprando qualcosa che ci piace ma che in fondo in fondo serva anche a ELbuild (una scusa logica serve :-p). Per questo stamani, dopo averlo ordinato qualche giorno fa, siamo andati a ritirare il nuovo iPad, nella versione nera a 64 GB.

Confezione come al solito estremamente curata, ma se possibile ancora più scarna negli accessori. Una volta in mano la differenza col modello precedente è praticamente impalpabile, il maggior spessore ed il peso non si sentono per nulla.

Quello che salta all’occhio, dalle prime schermate, è il Retina display, veramente nitido che migliora notevolmente comunque la già ottima impressione che si aveva usando il vecchio modello. Per altre sensazioni e prove approfondite che stressino anche la nuova CPU rimando ad altri post che faremo via via che testeremo il dispositivo durante le nostre attività di sviluppo di applicazioni mobile.

Il nuovo iPad3 va a fare infatti compagnia agli altri terminali che formano il nostro testbed di sviluppo di app iOS ed Android: un iPad2, un Galaxy Nexus (NFC Enabled), un iPhone4 ed un Acer Liquid E ed un HTC Desire Z.

Sotto un po’ di foto del nuovo arrivato (fatte in parte con il Galaxy Nexus):

Ipad3, la scatola chiusa
Ipad3, la scatola chiusa
iPad3, la scatola aperta
iPad3, la scatola aperta
iPad3, prima immagine fuori dalla scatola
iPad3, prima immagine fuori dalla scatola
iPad3 Retro 64 Gb
iPad3 Retro 64 Gb
iPad3 acceso, fantastica custodia "acid green"
iPad3 acceso, fantastica custodia "acid green"
Benvenuto iPad3, Retina Display Resolutionary!
iPad2 vs iPad3, sarà difficile distinguerli
iPad2 vs iPad3, sarà difficile distinguerli

Sotto anche una prima immagine che mostra la differenza fra il vecchio display (a sinistra) ed il Retina Display (a destra). La foto è stata scattata con una macchina fotografica in modalità macro, e mostra chiaramente la differenza di risoluzione.

Autore: Luca Adamo

Luca Adamo si è laureato con lode in Ingegneria delle Telecomunicazioni all'Università degli studi di Firenze ed è dottorando in Ingegneria Informatica, Multimedialità e Telecomunicazioni, sempre nella stessa facoltà. Le sue competenze tecniche includono lo sviluppo software, sia orientato al web che desktop, in C/C++ e Java (J2EE, J2SE, J2ME), l'amministrazione di macchine Unix-based, la gestione di reti di telecomunicazioni, ed il design di database relazionali.